Dopo aver appurato che Charlie Brooker e gli autori di Black Mirror sono assidui lettori di Pardemazio Scatenone (si veda questo post e lo si metta a confronto col primo episodio della terza stagione della nota serie) ho pensato di continuare la mia opera pro bono e di regalare loro cinque nuovi scenari distopici da tramutare in inquietanti puntate autoconclusive:

  • Lui è un popolarissimo youtuber ma ogni giorno scompare puntualmente nel nulla senza dire niente a nessuno. Si scoprirà che alle 19 è pronto a tavola e scende giù.
  • Una ragazza fissa per giorni, settimane, mesi, anni una gif animata nella speranza che a un certo punto succeda qualcosa di nuovo. Non succede. Muore.
  • Videogioco calcistico diventa talmente credibile da proporre campionati che fanno concorrenza a quelli reali. La gente si stufa di guardare il calcio vero e proprio e inizia a seguire le partite con giocatori del passato mescolati tra di loro. Nessuno fa più sport. Finale malinconico con Messi ripreso al campetto sotto casa mentre fatica a trovare il decimo per il calcetto.
  • Un appassionante viaggio nel mondo delle bufale online ci porta a scoprire che tutte le bufale online partono dalla deviata mente di un unico individuo. Ma era tutta una bufala.
  • Netflix e la realtà aumentata: finalmente sarà possibile diventare protagonisti del proprio show preferito comodamente seduti sul divano di casa. Finisce in tragedia, però, quando una famiglia gallese rimane intrappolata a Teletubbielandia.

Appuntamento al 2020, quando almeno una di queste storie sarà diventata un episodio di culto. A presto!