Pardemazia ScateNina

settembre 20, 2017

Questo è un post in prospettiva futura.

Questo è un post nato dai sensi di colpa.

Nina, volevo dirti che se il tuo papà nel corso degli anni ha scritto settemila post su tua sorella e neanche uno su di te non è colpa tua, ma della natura traballante delle piattaforme della rete e della facilità con cui le abbandoniamo per dedicarci ad altro.

Ti assicuro che ti amo alla follia, dal primo momento in cui ci siamo guardati dritti negli occhi e tu avevi la stessa espressione mia quando entro in un locale controvoglia e c’è pure musica di merda.

Non capivi granché di cosa ci facessi lì fuori, lo so, ci siamo passati tutti, e non ne siamo ancora venuti a capo. Ma c’è stato quel momento, quello scambio di sguardi, quel gavettone di magia, quello che avevo vissuto quattro anni e quattro mesi prima e che non credevo sarebbe stato possibile rivivere (INGENUO BABBEO!), ecco, quel momento dà senso a tutto.

Te l’ho mai detto che tua sorella doveva nascere il 18 ed è nata l’11 e tu dovevi nascere l’11 e sei nata il 18? Mille volte, eh? Vabbè.

Comunque dovresti vederla, lei. Non fa che ripetere a tutti che la sua sorellina Nina è bellissssssima, con un sacco di esse. Qualcuno prova a dare saggi consigli sul come comportarsi col primogenito in questi casi, come non farlo ingelosire, come farlo sentire sempre amato. Haha! Quel qualcuno chiaramente non conosce Stella e non ha idea del fatto che ben presto saremo io e la mamma a sentirci trascurati da lei. Sei sua, e non se ne esce.

Ah già, la mamma. La mamma è stata incredibile e per farti vedere la luce è passata sotto a un tir in corsa. Ricordatelo, quando un giorno le risponderai male perché non vuole che torni dopo le undici. Scusa, non volevo suonare troppo paternalista, è che davvero la mamma spacca. Spero si dica ancora “spacca” nel 2030, altrimenti correrò il rischio di suonare come quelli che oggi dicono “mitico”.

Al momento so ancora pochissimo, su di te. So che se stai frignando e ti mettono col culetto sull’acqua corrente ti rilassi e smetti di piangere. So che la gente che parla a voce alta ti infastidisce. So che un mio amico (ciao Enrico!) ha portato dei cioccolatini a te e alla mamma ma Stella se li è fregati di nascosto. Ecco, ora sai che ti deve dei gianduiotti.

Ma conto di migliorare, giorno dopo giorno, e scoprire sempre più cose sul tuo conto. Allo stesso tempo spero che tu non ne scopra tante sul mio. Cioè, qualcosa. Il giusto. Non cercare i miei post di inizio anni 2000 su usenet. Ciao!

 

 

 

 

Annunci

3 Risposte to “Pardemazia ScateNina”

  1. wwayne said

    Anch’io ho dedicato un post ad una persona per me importante: https://wwayne.wordpress.com/2016/09/03/io-e-valeria/. Che ne pensi?

  2. Ti dico solo che leggendoti …Ho pianto. Meraviglioso.

  3. i bambini che esseri meravigliosi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: