La puttanata

settembre 22, 2015

Visualizzate.

Siete al pub con gli amici. Gli uomini come al solito fanno a gara a chi ha la coda da pavone più colorata e variopinta, ognuno interpreta il proprio personaggio, qualcuno si prende la scena, altri ascoltano ridacchiando, altri ancora armeggiano col cellulare. Le donne della tavolata stanno al gioco: ci sono quelle che ascoltano rapite, quelle che provano a prendersi a loro volta la scena, quelle annoiate, quelle che fanno finta di niente e scambiano messaggi su Whatsapp col misterioso tizio conosciuto il giorno prima.

In questo classico quadretto contemporaneo, a volte si verifica un avvenimento divertente, magico, esilarante.
Ci siamo passati tutti. Una rara e fortunata combinazione di discorsi, l’assist al bacio dell’amico, il tono giusto al momento giusto e…

… SDRANGHETE!

Eccola, è lei. LA PUTTANATA. La riconosci subito dall’inconfondibile sequenza: silenzio glaciale, sguardi perplessi, presa di coscienza collettiva, risata sguaiata, birra vomitata sul tavolo, pacche sulla spalla, momento memorabile, qualcuno lo posta tra virgolette su facebook ricevendo una vagonata di like da chi c’era e una vagonata di “boh, esticazzi?” da chi non c’era.

Più assurda, politically incorrect, grossolana, volgare, paradossale è, più successo avrà. La vera puttanata è quella che punta in alto, altrimenti che puttanata è? Si entra nella leggenda mirando alle stelle, non andando sul sicuro.

Ora immaginate, per un momento, che “mah, avrei voluto vivere nel 1942” l’avesse detto una vostra amica al pub. La conoscete, è quella più giovane del gruppo, quella che ogni tanto butta lì una puttanata distattamente, è fatta così, è il suo modo di mirare alle stelle nel campionato provinciale di puttanate acrobatiche.

“Ahahahahah ma che cazzo dici! Ma sei completamente rincoglionita?”

Tutti ridono, la cosa muore lì, quella frase diventerà uno dei grandi classici della cumpa.

Bene. Prendete quella vostra amica, mettetela in mutande, di fronte a una giuria, in diretta TV, conciata in maniera tale che mezza Italia la guardi e pensi “ma questa è un cesso” e fatele domande a bruciapelo.

È una brutta persona? È un serial killer? È una fuorilegge? È fruttariana? No, è semplicemente una ragazzina che ha sparato una puttanata. Capita. Se lo fa al pub, ci scappa la risata. Se lo fa in TV, viene seppellita da un intero paese che per giorni andrà avanti ad insultarla, a creare meme che smettono di essere divertenti dopo cinque minuti, addirittura ad augurarle di fare la stessa fine di chi in guerra ci è morto.

Calma. Le puttanate le spariamo tutti. Abbiamo semplicemente il grande vantaggio di farlo quando di fronte a noi ci sono i nostri amici e non il temibilissimo POPOLODELLARETE. È una ragazzina, magari superficialotta, ignorante, quello che volete, ma pur sempre una ragazzina. Tornate su Candy Crush e chiudiamo la vicenda per sempre, su.

Annunci

3 Risposte to “La puttanata”

  1. Johnny said

    Mi piace molto! Stamattina il Trio Medusa ci ha scherzato 5 minuti: 300 secondi di intense risate e poi basta … fine! (300, ho detto bene? Oppure … 42! 😉 ps: oggi c’è una maglietta su Qwertee… e se si stesse riferendo alla “Guida Galattica per Autostoppisti”?!

  2. dido said

    In ogni caso, come si direbbe al pub… “io una botta gliela darei”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: