Stalking – quinta (ed ultima?) parte

giugno 22, 2010

Ci siamo. Il finale più atteso dai tempi del finale di Nonno Felice è finalmente pronto. Dopo settimane di gestazione sono pronto a mettere la parola fine alla saga dello Stalker.

Forse.

Dove eravamo rimasti? A lui che finalmente si arrende e risponde “ok” al mio invito ad evitare di scrivermi ancora. Come preannunciato, dal 28 maggio al 7 giugno smette effettivamente di contattarmi. Tutto risolto, dunque? Me lo sono levato di torno?

Neanche per idea. In quel lasso di tempo, mi chiederà l’amicizia una volta al giorno. UNA. VOLTA. AL. GIORNO. Il fatto che io continuassi a pigiare il tasto “ignora” non era sufficiente per farlo demordere, ma dopo qualche giorno (il 7 giugno, per l’appunto) finalmente neanche lui ne può più e sbotta:

– NN è per kiederti qlks…è ke se mai dovessi pensarci(nn tropo probabile)di salute sto apposto…tranq è l’ulitma volta ke lo dico…anzi fa conto ke nn te n’abbia mai parlato

La confessione shock. Dopo aver tentato di giocare, in passato, la carta dell’infermità mentale, decide che non ne valeva la pena. Hey raga, sono rego, non ti preoccupe.

Fine? No!

Tre giorni dopo, mi riscrive:

– traquillo è l’ultimo.. x l’amicizia ho dormito uguale…ce la potrei fare ancora

è solo x dirti di far conto ke nn t’abbia detto nulla sulla mia salute…e difatti sto benone…l’avevo detto sl x spiegart mejo…ma x fortuna ora la cosa è apposto

In quel momento, lo confesso, sono quasi stato tentato di accettare la sua ultima richiesta d’amicizia. Mi ha scritto di nuovo che stava bene. DI NUOVO. “Magari non ti è arrivato il messaggio”. “Magari avevi il telefono spento”. “Magari avevi la cornetta messa male”.

E’ stata l’ultima volta che ho sentito il mio Stalker. La nostra avrebbe potuto essere un’amicizia meravigliosa, ma non è mai scattata la scintilla. Mi perderò per sempre un individuo che nel suo profilo di Facebook posta i risultati del test “Quanto bello sei da 1 a 10” ed è risultato 6. Un individuo che nel nome dell’amicizia è disposto a sacrificare tutto: la dignità, il sonno, la lingua italiana.

Un individuo col quale, per tutto il tempo, ho condiviso un amico. Per la precisione, uno di voi, che in queste settimane avete seguito e commentato questa avventura. Una persona ignara di che razza di maniaco possa accedere ai suoi dati personali, alle sue foto, ALLA SUA VITA.

Dormi preoccupato/a.

Annunci

22 Risposte to “Stalking – quinta (ed ultima?) parte”

  1. davide said

    Ma non hai spiegato proprio nulla in questo finale! Chi era davvero lo stalker? Perché ha iniziato tutto quanto? C’era qualcuno prima di lui?

    Buuuu.

    😀

  2. Gian said

    Per fortuna non ho facebook! 🙂

  3. Fabio ha said

    No, hai ceduto alla tentazione del finale aperto per eventuali serie future. Sono deluso. 😀

  4. markoski said

    adesso prendo la tua lista amici e ricostruisco l’immagine dell’amico in comune.
    da lì identificare lo stalker sarà un gioco a ragazzi.
    poi gli chiedo l’amicizia e inizio a stalkarlo.

  5. viridian said

    Oddio. Non può essere uno dei miei, non accetto a prescindere persone che scrivono in quel modo. Spero.
    Però sarebbe molto generoso da parte tua avvertire in privato lo sventurato amico in comune. Salvagli la vita, dai.

  6. massi said

    Bellissimo, quasi quanto il finale di Lost. Forse dobbiamo pensare allo stalker come ad una specie di papà di Jack, e a Facebook come un viaggio che facciamo tutti insieme. Non condannate l’autore per alcune cose non spiegate (l’amico in comune), è il significato dietro alla storia la cosa importante

  7. Morgana said

    ahahahah quanto vorrei sapere chi è l’amico in comune!! eheheh questa storia è meglio di Lost!
    Ma…morale della favola: inutile chiederti l’amicizia su FB? 😛

  8. massi said

    Bisogna ammettere che facebook ha spalancato le porte dell’inferno su tutta una serie di soggetti incredibili… personalità borderline o anche solo inquietanti… Io non ce l’ho, però più passa il tempo più mi convinco di aver fatto la scelta giusta.

  9. MAC said

    Scusate se non mi presento sono un assiduo lettore (visto visto che termine sontuoso, ti chiederò l’amicizia su FB ricordandoti questa cosa e tu ti sentirai in dovere morale di accettarla, già lo so), ormai appassionato di questa serie. Ho alcuni appunti:
    – un finale un po’ troppo criptico: il colpevole, alla fine, chi era, il maggiordomo?
    – per la seconda serie? Guest star? Io propongo Daniele Placido nel ruolo del papà del disadattato. Nella seconda serie il papà scopre che hai fatto al figlio e ti viene a cercare seguendoti travestito da sacchetto della nettezza.
    Ovviamente queste idee sono coperte da CC quindi se le userai senza chiedermi il permesso ti tormenterò a suon di k, nn, 6, e congiuntivi di poco a lato.

  10. tseemod said

    E’ stato talmente coinvolgente che vorrei togliermi dai tuoi amici per tentare di riaggiungerti.
    Scherzavo eh 😉

  11. B. said

    Almeno ho la certezza di non essere io!

  12. verollina said

    di questa storia ancora non ho capito una cosa: gli orsi polari da dove vengono?

  13. Cristiana said

    Ti prego giurami che l’amico in comune non sono io

  14. guineja said

    Ovviamente per uno come te questo video risulterà trito e ritrito… ma magari no 🙂

    E aggiorna il blog suvviaaaa

  15. Minchiolo said

    Blog morto?

  16. dodo said

    il blog e morto (niecht sul blog)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: