Cheers

maggio 7, 2010

Dimmi come ti saluto e ti dirò chi sei. O quanto me ne frega di te. O quanta voglia avevo di vederti. O quanto vorrei non averti mai visto in quel preciso istante.

– Il tenero abbraccio condito da un bacio. Questo è il top, e lo puoi riservare solo a una persona alla volta. C’è la variante “il tenero abbraccio condito da un bacio con la lingua”, ma vale solo quando una storia è agli inizi o quando rivedi la tua bella dopo tanto tempo. Possibilità, inoltre, di allungare una delle mani verso il fondoschiena altrui.

– Il tenero abbraccio e basta. Questo è per la mamma, la nonna, le zie o le amiche più strette. Gesto piuttosto intimo ma asessuato e asessuale, riservato alle persone di sesso femminile che significano qualcosa nella tua vita. Possibilità, inoltre, di allungare una delle mani verso il fondoschiena altrui se l’amica è una trombamica.

– L’abbraccio virile e caloroso. Riservato a pochi eletti, entra solitamente in scena quando non vedi da tanto tempo una persona di sesso maschile a cui tieni molto (migliore amico, padre, fratello), quando avevate passato un brutto periodo e avete finalmente risolto i vostri problemi o quando la vostra squadra del cuore si qualifica per la finale di Champions (e in questo caso puoi scatenarti anche con gli estranei). L’abbraccio virile e caloroso è la manifestazione suprema di cameratismo maschile. Ne esiste anche una versione light, la pacca sulla spalla.

– Il doppio (o triplo) bacino sulla guancia. Temuto, odiato e mai del tutto capito, il doppio (o triplo) bacino sulla guancia è il saluto informale standard con le donne che conosci abbastanza (guai a salutare così qualcuno che ti hanno appena presentato. Guai!), ma nei paesi latini spesso si usa anche tra uomini. Bene. Sappiate che tra uomini lo odio, quindi nei limiti del possibile evitate di salutarmi così.
Il grande equivoco del bacino sulla guancia, comunque, è che non è un bacino. E’ un insipido guancia a guancia, accompagnato da un imbarazzante verso fatto con la bocca. Seriamente, ci siamo mai fermati a riflettere su quanto idiota sia come forma di saluto?
Già più apprezzabile la variante “doppio (o triplo) bacino stampato sulla guancia”, da utilizzare con le amiche una volta raggiunta una buona intesa.

– La stretta di mano. La stretta di mano è la chiave delle public relations nella società moderna. Una stretta di mano forte e decisa ti fa partire col piede giusto con una persona, allo stesso modo una stretta di mano da pesce lesso ti fa capire di essere di fronte a qualcuno con il carisma di un calzino bucato. Questo per quanto riguarda gli uomini.
Con le donne è diverso. A una donna stringi la mano con delicatezza, perchè non vuoi spaccargliela con la tua forza mostruosa. A volte, però, capita che una donna te la stringa con decisione, e in casi del genere scatta un pesante imbarazzo, perchè in quel momento sarà lei, donna di personalità, a pensare che il calzino bucato sia tu. Tu! Proprio tu! Tu che hai fatto dello stringere la mano con decisione una ragione di vita!

– La stretta di mano a schiocco che si conclude con la stretta di mano normale. Esclusiva maschile, è una variabile di quell’high five ormai completamente passato di moda a causa della goffaggine di chi lo metteva in pratica. La stretta di mano a schiocco che si conclude con la stretta di mano normale è un gesto che riporta alla mente una delle massime dimostrazioni di virilità in natura, il braccio di ferro, ed è ormai diventato il saluto standard tra amici generici. Esiste poi la variante denominata “Ibra-Piquè”, in cui stringi con passione la mano all’amico uomo e ti posizioni a 2 cm dalla sua faccia.

– Il saluto con la mano. Quando non sai come salutare qualcuno ma non vuoi fare la figura del maleducato che non saluta, un cenno della mano basta e avanza. Può voler dire tante cose: ti conosco ma non a sufficienza da baciarti o da schioccare, ti conosco e so che hai sempre le mani sudate, ti conosco ma siamo troppo lontani e non abbastanza amici da avvicinarci apposta per salutarci meglio.

– Il cenno con la testa. Cominciamo a scendere nei bassifondi dei saluti. Il cenno con la testa può essere una variante figa del saluto con la mano, ma viene prevalentemente usato per lanciare messaggi. Se un tempo ti salutavo coccolandoti e adesso ti saluto facendoti un cenno con la testa significa che i rapporti tra noi sono cambiati e te lo sto facendo capire. Significa che mi stai un po’ sulle palle, ma che c’è ancora uno spiraglio per rimediare.

– L’indifferenza. So chi sei, so che abbiamo amici in comune, ma non mi dici niente. Inoltre, una volta ho provato a salutarti e hai reagito in modo freddino. Quindi, a meno che non capitiamo a 20 cm di distanza (e in tal caso scatterà il cenno con la testa) non ti saluto neanche. Sono sicuro che capirai.

– La fulminata con lo sguardo. Ahia. La situazione è già abbondantemente compromessa. Mi stai sulle palle, ti odio, sei una persona di merda e non ti saluto apposta. Molto probabilmente pensi lo stesso di me, quindi vai a fare in culo e via.

– Il gestaccio condito con insulti di vario tipo. Questa è davvero estrema. Qualcuno ti ha rigato la macchina? Ti ha fregato la fidanzata? Ha parlato male di te in giro? Libera la tua frustrazione! Sfoga il tuo rancore! Se sei un pavido, comunque, puoi sempre rifugiarti nella più comoda fulminata con lo sguardo.

– L’augurio di morte.

– L’omicidio.

– L’omicidio seguito da sterminio della famiglia.

– L’omicidio seguito da sterminio della famiglia, incendio delle proprietà ed esibizione della testa mozzata in piazza.

Annunci

6 Risposte to “Cheers”

  1. astronautazine said

    io suolo fare un tipo di saluto piuttosto ridicolo con persone che mi fa estremo piacere vedere, ovvero urla a caso.

  2. c’è la variante della stretta di mano a schiocco che si conclude con la stretta di mano normale, che prevede anche una spallata reciproca

  3. janov said

    una volta ho fatto l’ultimo

  4. ottogiugno said

    Io ho avuto il periodo due dita sopra il sopracciglio sinistro con movimento della mano simil-saluto militare.
    Faceva molto Tom Cruise, ma fortunatamente è passato.

  5. Van said

    Trovo incredibile come tu riesca a scrivere post che anch’io sto per scrivere (è tipo la secondo a volta che succede).
    Comunque tu li scrivi in modo più figo, quindi va bene così.

  6. tseemod said

    Questo topic nasconde cose molto vere al suo interno, soprattutto leggasi nel rapporto uomo-donna, dove ho avuto fortuna di sperimentarle tutte.
    A parte gli omicidi e le stragi di famiglia, è chiaro 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: