Sanremo

febbraio 22, 2010

Ogni paese ha bisogno delle sue tradizioni. Da me si festeggia la sagra dea panocia (della pannocchia), ma immagino che ogni sobborgo, ogni frazione, ogni bucodiculo abbia la sua festa popolare.

Sanremo è semplicemente una sagra paesana molto grande e colorata. Alla festa dea panocia vengono invitati ad esibirsi artisti come Herman Medrano o i bambini che suonano Pierino e il lupo col flauto, a Sanremo partecipano Povia e Toto Cutugno, gente che passa 51 settimane all’anno a prepararsi per quel breve lasso di tempo in cui l’Italia si ricorderà di loro. E anche per i bambini che suonano Pierino e il lupo la Festa dea panocia rappresenta l’apice della loro ambizione sociale, quindi vedete che tutto torna.

L’abitante di Vigonza può fingere che non ci sia la Festa dea panocia, può non andarci, può inventarsi mille scuse (la mia è “c’è fango e mi sporco le scarpe”) ma è un qualcosa con cui dovrà comunque fare i conti per una settimana. Al panificio ne parlano, in posta ne parlano, al lavoro ne parlano. Quindi è inutile fingere indifferenza, è un evento troppo importante a livello socio-culturale per essere snobbato. Che piaccia o meno, sapere che alla Festa dea panocia uccidono il toro e lo fanno allo spiedo è FON DA MEN TA LE.

Per questo motivo guardo Sanremo. Perchè è uno specchio fedelissimo della situazione in cui si trova il paese, ed è un argomento che mi interessa molto. Le canzoni sono un pretesto, anche perchè qualitativamente siamo a livelli ridicoli, quello che conta davvero è il contorno.

Il verdetto di quest’anno è “siamo davvero nella merda”. Siamo nella merda come forse non lo siamo mai stati prima. Siamo nella merda perchè la nostra televisione (e la televisione pilota i gusti di un buon 80% della popolazione, e forse sono stretto) è completamente in mano a Maria De Filippi e Maurizio Costanzo, due burattinai tanto bravi nel loro mestiere quanto pericolosi per quello che rappresentano. Producono in serie pupazzi dal discutibile talento e ogni anno, a furia di inculcarli nei pomeriggi di ingenui adolescenti e imbambolati anziani, li portano al successo tra lo stupore generale di chi non ha idea di chi cazzo siano.

Marco Carta e Valerio Scanu. Gli ultimi due Sanremi (Sanremos. Sanremorum) sono stati vinti da MARCOCARTA E VALERIOSCANU. Viene da rimpiangere i Jalisse, rendiamoci conto. Questo cosa significa: che il popolo è in loro potere. Il popolo farà quello che vogliono loro, sempre e comunque. Il popolo, soprattutto, VOTERA’ chi vogliono loro. Anche quando il voto non riguarda canzoncine stupide ma il futuro del paese. Non c’è via di scampo. Non c’è via di scanu.

E poi ci sono loro.

I tre tumori (come da brillante intuizione di questo utente di twitter).

Il trionfo dell’ipocrisia, della demagogia, di messaggi che appartengono ad altri secoli, ad altri contesti storici. Vederli lì, come se non bastasse accompagnati da quel pessimo individuo che risponde al nome di Marcello Lippi, mi ha fatto vergognare, mi ha fatto provare sincero imbarazzo per il solo fatto di condividere con loro la nazionalità.

Il tutto in eurovisione. Ovvero, non teniamo per noi le nostre figure di merda, condividiamole con l’intero continente! E quella povera scricciola spaesata della Clerici non sapeva più dove andare a sbattere la testa quando perfino l’orchestra si è ribellata a tutta questa tristezza. Loro, musicisti per passione, musicisti per professione, che che di fronte a gente che chiava al lago di Garda e d’Iseo decidono di ribellarsi e di farci sapere che si dissociano da questa ignobile puttanata. In quei cinque minuti il bene ha trionfato sul male, e mi son sentito meno solo.

Massimo rispetto, comunque, per le tette di Dita Von Teese.

Annunci

18 Risposte to “Sanremo”

  1. davide said

    Da me c’è la “Festa dea suca”, per dire. Festa della zucca, per i non avvezzi 🙂

  2. nORgE said

    Che cojoni, adesso devo riquotarti ovunque di nuovo.

  3. whiplash said

    Quando ho visto gli spartiti volare, appallottolati, ho riso molto e poi mi son chiesto se in quel curry che avevo mangiato poc’anzi non ci fosse della mescalina.
    Ma è stato bellissimo, concordo.

  4. marco said

    nel giro di un mese mi ritrovo per tipo la terza/quarta volta a sottoscrivere in toto un tuo post. mi tocchera linkarlo e parlare d’altro 🙂

  5. lele said

    Si ma l’insurrezione era finta come una moneta da 3 euro dai, se la ghignavano alla grande…

  6. silvia said

    uh? che mi sono persa?

  7. ruphus said

    Si ma, che problemi c’è con quelli che chiavano sul lago di Garda? non poi tanto male…

  8. Sea Shanty said

    Post semplicemente fantastico.

    Mi trovo però in sintonia con Whiplash (dal fumetto o dal lucertolone dei Masters?)riguardo la sceneggiata degli orchestrali, palesemente organizzata ad arte già a livello di copione. Forse sono prevenuto, forse la mia soglia di tolleranza ormai ridotta al lumicino non mi consente di concedere le attenuanti del caso ad un universo che mi ripugna, ma certe baracconate mi infastidiscono invece che divertirmi (un po’ come la *satira* di Striscia et similia). Poi probabilmente mi sbaglierò ma in questo sono andreottiano D.O.C. (“A pensar male…”).

    Riguardo alle feste di paese ve ne segnalo alcune imbattibili dal Salento, zona di cui mi fregio d’esser originario per 1/4: Sagra de le Ulìe Cazzate (olive schiacciate) a Martano e Sagra delle Fiche (i fichi) a Marittima.

  9. dodocasty said

    Considerando il livello del festival quest’anno avrebbe dovuto vincere cristicchi e non quegli scoglionati di amici.Ma purtroppo la gente segue amici ,vota amici e col televoto si sa che tutti votano chi e uscito da amici.Ma lo scandalo piu grande e stato quello di filiberto al secondo posto.Ho pensato che se avesse vinto il festival lo stesso pubblico sarebbe sceso dalle gradinate e lo avesse linciato in eurovisione e quella sarebbe stata una grandissima democrazia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: