Lo dicevo io.

dicembre 4, 2009

Che anni e anni di dischi, serate, dj-set, recensioni, festival, concerti, incazzature, discussioni e menate varie sulla musica, alla fine, sarebbero servite a qualcosa.

Per la precisione, a questo.

Per quei 2/3 che non hanno visto la loro pagina di facebook intasata dalle sue massime (o per quei 2/3 che non hanno facebook), una rapida spiegazione del fenomeno: clicchi su di lui e di volta in volta ti regala una perla di saggezza Indie Snob, frutto di un decennio e passa di esperienze dirette. Si va da “guardo il gruppo spalla e poi vado a casa” a “ennesimi cloni dei Joy Division”. Quasi 150 frasi che tracciano un ritratto a mio modo di vedere esaustivo dell’Indie Snob italico, figura tanto diffusa quanto fastidiosa e dal potenziale comico enorme che, finora, non era mai stato sfruttato a dovere.

Finora.

La popolarità che ha raggiunto in soli tre giorni è sorprendente, confermando quello che teorizzavo in questo post: la gente, nel 2009, ama ridere di se stessa, di ironizzare sui propri difetti e i propri vizi. Le manifestazioni di affetto, gioia e gratitudine che ho ricevuto in questi giorni sono impressionanti, quando in realtà non ho fatto altro che riportare brevi pezzi della mia esperienza di appassionato di musica.

Se solo riuscissi ad applicare a qualcosa di utile e fruttifero questo mio sesto senso per le cazzate (intendo, più utile e fruttifero dei fact di Chuck Norris).

Ah, per chi se lo stesse chiedendo: sì, molte delle frasi sono autobiografiche, lo confesso.

E adesso ponte, che devo vedere mille film al cinema.

Annunci

8 Risposte to “Lo dicevo io.”

  1. Eli Loker said

    mi ricorda tanta gente di tanto tempo fa…

  2. Tersait said

    è ganzissimo, ma temo sempre che pubblicando una qualsiasi frase offenderei una decina di miei amici.

  3. thesleepymist said

    Se si offendono leggendo quelle frasi significa che meritano di essere offesi.

  4. Tersait said

    “Domenica pomeriggio metto dischi ad una mostra fotografica. Vieni?”

    Offendono perché sono VERE. Una vecchia donna ha aperto questa settimana una mostra fotografica, spero non abbia un dj set.

  5. sciain said

    io invece ti lascio manifestazioni di odio perchè chiunque conosca mi sta impestando la timeline di facebook con dialoghi con lui 😀
    però sì, le frasi spaccano (a differenza dell’indie milanese, che ne aveva solo un paio di brillanti).

  6. Barto said

    Io non riesco a farne a meno, e mi sto trattenendo molto dal pubblicare tutte quelle che vorrei proprio per non infestare le home page dei miei amici.
    Comunque l’indie milense ne aveva tre/quattro che meritavano, questo ne ha millemila.

  7. […] Vi ricordate quando parlavo di questo, […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: